Jurgen Klopp ha risposto al tweet di Mohamed Salah “senza scuse”.

Jürgen Klopp scrollò le spalle Mohamed Salatweet dell’utente che non c’era nessuna “scusa” per Liverpoolimpossibilità di richiederlo Champions League come una reazione “perfettamente normale” alla loro frustrazione.

Dopo sei piazzamenti consecutivi tra i primi quattro che hanno portato a tre finali di Champions League e alla vittoria della competizione nel 2019, il Liverpool era destinato a finire quinto in questa stagione quando Il Manchester United ha battuto il Chelsea giovedì.

E Salah ha twittato in quel momento: “Sono completamente devastato. Non c’è assolutamente alcuna giustificazione per questo. Avevamo tutte le carte in regola per arrivare in Champions League l’anno prossimo, ma non ci siamo riusciti. Siamo il Liverpool e la qualificazione per la competizione è il minimo”.

Ma Klopp ha insistito sul fatto che è stata solo una reazione istintiva e ha detto che il suo capocannoniere ora sta bene.

Ha detto: “È assolutamente normale. Ci sono così tante cose brutte che accadono continuamente nel mondo dei social media, e non credo che questa sia una di queste. Era solo una normale descrizione della sua situazione, dei suoi sentimenti, e in quel momento, subito dopo la partita, aveva ragione. Ora non è il momento di inviare messaggi ottimistici, ma forse tra un’ora o un giorno.

“Quel momento in cui diventa un dato di fatto che non puoi più qualificarti per la Champions League … anche quando sapevo dopo l’ultima partita (contro l’Aston Villa) che a loro (Newcastle e Manchester United) serviva solo un punto, era chiaro a me che lo avrebbero capito. Quindi ho tracciato una linea sotto di esso. Sono una persona molto ottimista, ma a questo punto non riuscivo a vederlo.

“Era una descrizione comune dei suoi sentimenti, e ha ragione, ma l’ho visto in sala da pranzo un’ora fa e stava sorridendo. Non è di cattivo umore”.

Salah è stato devastato per non qualificarsi per la Champions League

(cavo PA)

La stagione del Liverpool si conclude domenica a Southampton, con Darwin Nunes potenzialmente in grado di giocare di nuovo, mentre Andy Robertson e Ibrahim Konate rimangono in dubbio.

Klopp ha ammesso che Fabio Carvalho potrebbe lasciare il Liverpool in prestito la prossima stagione dopo un primo anno difficile ad Anfield.

Ha detto: “Non è stato l’anno migliore della carriera di Fabio, ma è stato forse il più importante per Fabio. Nessun giocatore mi ha impressionato di più. È vero. Questo giovane talentuoso è venuto qui con grandi sogni e grandi speranze. Non ha funzionato, ma la sua etica del lavoro gli avrebbe dato una carriera fantastica. Non so se andrà in prestito o se lo teniamo”.

Klopp ritiene che il Liverpool, che sta cercando di ingaggiare due centrocampisti quest’estate, potrebbe avere difficoltà a raggiungere subito i suoi principali obiettivi di trasferimento, ma non è preoccupato se arrivano prima dell’inizio di luglio.

Il Liverpool fa spesso acquisti anticipati e Klopp ha aggiunto: “È sempre possibile che le cose non vadano così velocemente come vorremmo”. Non solo è possibile, ma probabile. Migliori giocatori vuoi, meno un altro club vorrà lasciarlo andare.

“E questo è esattamente ciò per cui siamo pronti. Ma è una finestra lunga, una lunga pre-stagione e una lunga pausa nel mezzo, quindi abbiamo tempo, se portiamo giocatori domani o tra sei o sette settimane, non cambierà le regole per me”.